Marchetti: ”Napoli, contro lo Spartak Mosca sconfitta dololora ed immeritata”

Marchetti: “Sconfitta immeritata contro lo Spartak. Sicuramente pesano le assenze, tantissime e pesantissime. Non è nulla di irreparabile”

Luca Marchetti scrive su Tuttomercatoweb a proposito della partita di Europa League persa dal Napoli contro lo Spartak Mosca. Queste le parole del giornalista:

SCONFITTA DOLOROSA PER IL NAPOLI

“Il Napoli torna da Mosca con una sconfitta dolorosa. Lo Spartak Mosca vince il doppio scontro diretto e si piazza proprio davanti al Napoli che a sua volta oggi potrebbe essere superato (se Legia-Leicester non finisce pari). -afferma Marchetti- Insomma una qualificazione che poteva essere messa al sicuro si è dannatamente complicata.

PESANO LE TANTE ASSENZE

Sicuramente pesano le assenze (tantissime e pesantissime) ma non è l’unica cosa che ha dato fastidio ieri all’ambiente napoletano. Il risultato ha scatenato il club russo: un clima pesante e velenoso aleggiava intorno alla partita. -proosegue Marchetti -Che era tesa. Il mancato saluto di Spalletti ha generato molte critiche fra gli avversari, oggetto poi di diversi tweet sarcastici dal profilo ufficiale della società russa.

MARCHETTI AFFERMA CHE A MOSCA CI CREDEVANO E COME…

Insomma a Mosca ci credevano eccome. A Napoli invece dei campanelli d’allarme devono cominciare a suonare. -aggiunge Marchetti -La sconfitta in Europa League non è neanche meritata, visto soprattutto il secondo tempo giocato dai ragazzi di Spalletti, ma i numeri dicono che nelle ultime tre gare il Napoli ha preso 6 gol, non ha mai vinto e anzi ha perso due gare.

NIENTE DI IRREPARABILE PER IL NAPOLI

Non è niente di irreparabile, ci mancherebbe pure. Anche al Napoli basta una vittoria, senza neanche stare a guardare quello che succede in casa degli altri. Così come in campionato nonostante ora arrivino delle avversarie, almeno sulla carta, più complicate da affrontare. Però tutto questo insieme (infortuni, calendario, una solidità difensiva meno accentuata) spingerà certamente Spalletti a chiedere ancora di più ai suoi giocatori. Sempre tenendo in considerazione che le aspettative troppo alte rischiano di essere un grande boomerang”. Conclude Marchetti.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE CLICCA QUI